La Sardegna e il Bastione di Saint Remy

Con l’arrivo della primavera e il rapido passaggio ai mesi più caldi, la mente fa inconsciamente un viaggio al mare, dove la sabbia è calda e i canti degli uccelli sono la colonna sonora quotidiana. Vogliamo portarvi in Sardegna e raccontarvi un po’ di più di questo luogo unico che siamo sicuri tutti hanno sognato almeno una volta nella vita.

Dolce far niente – la famosa espressione che elogia la gioia di non fare nulla. Descrive perfettamente questo pezzo di natura chiamato Sardegna. La vita lì è per le anime curiose che cercano la bellezza e trovano la felicità nelle piccole cose. Per coloro che sanno che ogni cosa ha i suoi difetti, ma scelgono di vivere la loro vita come se non esistessero. Per le menti positive che credono nella felicità. E per coloro che ammirano il rilassato stile di vita italiano.

La Sardegna è la seconda isola più grande d’Italia, dopo la Sicilia. La densità di popolazione lì è inferiore rispetto ad altre regioni del paese, ma è ancora una destinazione turistica popolare ogni anno. L’isola è conosciuta

non solo per alcune delle migliori spiagge del mondo, ma anche per il fatto interessante che è una delle poche “zone blu”, un termine usato per descrivere luoghi con un numero alto di centenari. Sì, il numero è decisamente alto lì, e tutti si chiedono a cosa sia dovuto. La risposta è facile – la gente lì mangia cibo mediterraneo, conduce una vita attiva e sociale e beve buon vino.

La Sardegna ha molti punti di forza che stanno rapidamente diventando ragioni per comprare un biglietto ora. Il clima caldo è un dato di fatto – gli inverni sono miti, le primavere sono soleggiate e le estati sono calde. La gente del posto gode usualmente di un’estate di 6 mesi e nuota nel mare da maggio a ottobre. La natura è aspra e offre paesaggi diversi durante tutto l’anno. La flora e la fauna selvatiche attraversano le rive di tutta l’isola e raggiungono persino le strade della città. Se stai cercando delle belle spiagge con acqua blu turchese, non rimarrai deluso neanche per un momento, perché ne troverai molte.

Sardinia

La storia di questo luogo racchiude molti tesori e segreti. La cultura è ricca e ha origini antiche, rendendo l’isola di importanza essenziale per gli archeologi e gli storici. Strutture antiche chiamate Nuragi possono essere trovate in molti luoghi. Si ritiene che siano uno dei migliori esempi di insediamenti dell’età del bronzo. Altri siti di valore archeologico sono l’anfiteatro romano di Cagliari e il ponte di Porto Torres.

In effetti, non sarebbe una sorpresa se ti dicessimo che ci sono siti storici quasi ovunque in Sardegna. Non ci si annoia mai, perché l’isola offre una varietà di attività per tutti, e i posti da visitare non finiscono mai.

Uno dei più famosi è sicuramente il Bastione di Saint Remy. Fu progettato da Giuseppe Costa e Fulgenzio Setti e fu costruito sul sito del vecchio bastione dello Sperone. È progettato nell’impressionante stile neoclassico e ogni giorno attira gli sguardi sia di chi lo visita per la prima volta sia degli abitanti della città che sono abituati all’imponente vista. È il simbolo di Cagliari, la capitale della Sardegna. È un edificio maestoso che si affaccia sulla centrale Piazza della Costituzione tra le due vie dello shopping. Si trova tra due dei quartieri storici di Cagliari, Villanova e

Castello. È  costruito tra il 1896 e il 1902 ed è una delle fortezze più importanti dell’isola. Deve il suo nome a Filippo Guglielmo Pallavicino, barone di Saint Remy.

In passato ospitava spesso eleganti feste e banchetti, con lo scoppio della guerra divenne un’infermeria. In seguito, ha assunto il ruolo di rifugio per migliaia di persone che avevano perso le loro case.

Dopo la guerra, anche il destino del Bastione cambiò e divenne la scena della prima fiera della Sardegna. Dopo il restauro, è diventato uno spazio culturale dove si sono tenute molte mostre ed eventi artistici. I turisti hanno anche l’opportunità di visitarla e godere della sua bellezza. Le sue scale massicce conducono alla Terrazza Umberto I, dal nome di un re d’Italia della dinastia dei Savoia. La salita vale la pena perché offre una vista su tutta la città e sul porto di Cagliari.

Dunque, non importa da che parte, guardiamo la Sardegna, siamo sicuri che l’immagine è una e ritrae il piacere italiano unico e l’amore per la vita.

Reset Password